In Puglia rinasce il Movimento sociale italiano. Il salentino Provenzano nominato coordinatore

domenica 18 novembre 2018 Cronaca

Il Movimento sociale italiano è di nuovo in Puglia. Lo storico partito, che è identificato dal famoso simbolo della fiamma degli Arditi, non era morto, nè si erano spenti coloro quelli che non avrebbero mai smesso di votarlo se solo fosse stato presente nelle competizioni elettorali. Coloro che maledicono Gianfranco Fini e tutti quelli che hanno tradito,piùo meno palesemente, la destra italiana. Il Movimento sociale italiano ha continuato a esistere, guidato da Maria Antonietta Cannizzaro, che contesta a Fratelli d' Italia-Alleanza nazionale l'uso abusivo dello storico simbolo. Quella fiamma ora sventolerà  in Puglia affiancata al l'antico nome: Movimento sociale italiano. E' stato infatti nominato il coordinatore regionale del partito per la Puglia il salentino Tommaso Provenzano, trentunenne di Parabita, già  consigliere comunale nel suo paese, cuore missino ma eletto nel centrodestra. Adesso però chi è missino potrà  fare il missino, cioè non dovrà  migrare in altri partiti per far politica. E' la sfida che con Provenzano si propongono altri giovanotti di belle speranze di destra. Per i prossimi giorni è prevista una conferenza stampa per presentare le linee programmatiche del partito in Puglia. «Sono onorato " commenta Provenzano - di rappresentare la destra, quella vera, nella nostra terra. Finalmente vi sarà  la possibilità  di fare politica coinvolgendo i giovani, le famiglie, gli imprenditori, senza dover pagare dazio alle costrizioni e agli impedimenti che regnano nelle altre realtà  politiche. Qui c' è posto per tutti coloro non si riconosconopiùin quelle compagini di centrodestra, che hanno perso la bussola. nè servi, nè padroni, tutti insieme a condividere un obiettivo comune, la difesa del nostro Paese, delle nostre famiglie, delle nostre imprese, ma soprattutto dei nostri valori ». Nerone